Revenant-Redivivo

Spot

Ieri sera, accompagnato dai miei genitori, sono andato a vedere l’ultimo cortometraggio di “Leonardo Di Caprio”:”Revenant-Redivivo.

Mi permetto di dire una cosa a ognuno di voi: Non portati i vostri figli o nipoti piccoli a vederlo assieme a voi, perchè contiene scene forti con un fiume in piena di sangue. Potrebbero impaurirsi e mi dispiacerebbe.
Nella sala una coppia aveva portato sua figlia a vederlo e molto probabilmente si sarà impaurita, perchè ho udito strani versi di terrore.
I bambini sotto i 10/15 anni anno la loro fantasia più sviluppata della nostra ed iniziano a percepire la “Paura”, quando il sole cala e le tenebre della notte si fanno avanti.

“So dirvi questo per esperienza!”

“Revenant-Redivivo” è una storia realmente accaduta e, osservando gli abiti dei protagonisti, siamo in torno agli anni ‘800.
Sono in piena guerra contro gli Indiani e molte persone, embo le parti, verranno uccise da colpi di arma da fuoco (fucile) e dal’arma tipica del popolo Indigeno (arco con frecce).

Il protagonista, Leonardo Di Caprio, troverà mille pericoli e rischierà più volte di morire.
Il primo pericolo che dovrà sorpassare sarà la sua croce per tutto il viaggio: l’assalto di un’orso affamato

(Gli animali, al contrario di noi uomini, attaccano SOLO per due cose: la protezione dei suoi cuccioli e per fame)

Orso

L’ira  dell’animale colpirà con foga il protagonista, lasciandogli profondi tagli ed una perdita abbondante di sangue.  Rischierà la vita più volte in questo cortometraggio l’attore… vedrà in faccia la morte.

L’attacco dell’animale renderà il protagonista in un corpo quasi privo di vita, riuscirà per un bel periodo di tempo solo a respirare… senza muovere un muscolo.

La goccia che farà traboccare il vaso, quindi che darà una forza “Sovraumana” all’attore, sarà l’uccisione di suo figlio da parte del suo compagno di viaggio.

Tomba

Il protagonista incontrerà nel suo cammino uomini che cureranno il suo corpo, così potrà vendicarsi in nome di suo figlio!

Le frasi che mi hanno colpito di più sono quelli paterni al Figlio: “Figlio mio… io sono qui”; “Devi combattere finche hai un alito di Vita”
L’Amore di un padre é troppo grande e pur di vedere felice suo figlio capovolgerebbe il mondo, anche a costo della sua “STESSA VITA!”

“…La Vendetta e l’Odio sono cose bruttissime in questo mondo, ricordatevelo !”

Leonardo Di Caprio quest’anno ha fatto un buon lavoro, recitando e assumendo tutte le sembianze di un uomo di quell’epoca.

L’oscar, secondo me, è TUTTO merito suo

Permetto di concludere questo mio articolo augurandovi una buona visione!

Riccardo Bianco (RB)

Leonar

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...